Il vino più acquistato del 2018? Franciacorta, Amarone e Prosecco DOC DOCG guidano la classifica.

Il vino più acquistato del 2018? Franciacorta, Amarone e Prosecco DOC DOCG guidano la classifica. Nel 2018 la vendita del vino ha avuto un’impennata, grazie anche al trend positivo del buon vino italiano, è stato possibile stilare la classifica dei vini più venduti nel 1028.

Quali sono i vini più venduti?

E’ il Franciacorta a conquistare il gradino più alto del podio come vino più venduto nel 2018 (10%).

A rilevare la leadership è l’Osservatorio Signorvino-Nomisma attraverso un monitoraggio di 15 punti vendita sul territorio.

bottiglia-brut

Il vino più venduto nel 2018

La classifica elaborata vede al secondo posto l’Amarone (9% con il prezzo medio maggiore di 45,5 euro) il Prosecco Doc Docg (che vi proponiamo per la festa del papà 9%) e il Brunello di Montalcino (4%).

Tra i prodotti enologici invece che hanno registrato una crescita maggiore ci sono Lugana, Rosso di Montalcino e Pinot Nero, seguiti da Prosecco, Amarone e Trento Doc.

Dall’analisi compiuta emerge inoltre che, in merito alla spesa che gli italiani sono disposti a sostenere, la fascia di prezzo che li convince ad acquistare vino, sia in store che take away, è per il 21% composta da vini che escono ad un prezzo dai 14,90 ai 19,90 euro, seguita con un 20% sul totale dai vini venduti ad un costo compreso fra i 9,90 ed i 14,90 euro.

I risultati segnalano che i vini rossi sono i più apprezzati (41%). Al secondo posto si piazzano le bollicine (25%). Infine da Wine Monitor sono state fornite informazioni sul canale di acquisto preferito dal consumatore e sul tasso di penetrazione in una popolazione dai 18 ai 65 anni che, per il 29% ha consumato vino 2-3 volte al mese nel 2018.

L’acquirente tipo

L’acquirente in enoteca è stato invece fotografato come persona sempre più informata sul vino ed affascinata dallo storytelling delle cantine ed è un grande utilizzatore del web. Il suo reddito è di oltre 2.500 euro al mese.

E tu, che tipo di vino preferisci? Faccelo sapere lasciando un tuo commento sotto il post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *